Amministratore di Condominio a Roma
Info, Costi e Preventivi 06/64810517
Amministratore di Condomini a Roma, Amministratore Tucci

Studio Tucci
Amministrazione Condomini
Roma


Amministrazione Immobili e Condomini a Roma

Amministratore Condomino a Roma

Telefono e contatti, amministratore di Condominio a Roma

Leggi Decreti e Normative sui Condomini, Notizie Aggiornamenti e Novità per i Condomini


Notizia 26/03/2019

Il mutuo: consigli pratici


Chiedere un mutuo è un'operazione alquanto comune per l'acquisto di un immobile. E' sempre necessario vagliare più scelte date dai vari istituti bancari, mostrando molta attenzione verso i costi del finanziamento e la sua durata.
Ci si può far aiutare nel percorso da un notaio, che può supportare l'acquirente anche nella valutazione degli aspetti fiscali.







L'ausilio notarile è in realtà un atto obbligatorio per legge, poiché l'ipoteca sull'immobile, messo a garanzia per la concessione del mutuo, deve essere iscritta nei registri immobiliari. Il notaio valida il contratto, identifica giuridicamente le parti interessate alla compravendita e la loro reale legittimazione alla vendita, verifica che l'immobile sia libero da ipoteche, impedisce le frodi a danno della banca, attesta tutte le informazioni sul mutuatario.
Il notaio fornisce alla banca una relazione in cui, dopo le opportune verifiche presso l'Agenzia delle Entrate, sono individuati i beni messi a garanzia per il mutuo e su cui sarà iscritta l'ipoteca a favore della banca stesa, attestando l'inesistenza di iscrizioni e trascrizioni gravanti su tali proprietà.
A seguito della ricezione di questa relazione, in assenza di problematiche alla concessione del mutuo, la banca invia al notaio la bozza del contratto che stabilirà la relazione tra banca e mutuatario. Il passo successivo è la formalizzazione del contratto, che può essere stipulato o presso la sede del notaio o presso la stessa banca. Una volta sottoscritto il notaio iscriverà l'ipoteca sul bene dato in garanzia.

Chi chiede un mutuo deve porre notevole attenzione a:

- richiedere il prospetto economico in cui vengono indicate le condizioni economiche dell’operazione, le clausole
contrattuali che la regolano, il Taege, le spese accessorie (di perizia, d’istruttoria, etc)
- avere una copia del contratto prima della stipula
- valutarne la durata e il piano di ammortamento, cioè il piano dettagliato di rimborso del mutuo calcolato rata per rata,
avendo ben presente la propria capacità di adempimento e valutando con prudenza le possibili necessità economiche
future
- scegliere il tasso, che può essere fisso o variabile, in base alla propria capacità reddituale di affrontare eventuali rialzi dei tassi
- calcolare i costi complessivi (tasso di interesse, costi di istruttoria, di anticipata estinzione, di rinegoziazione, di chiusura, spese di riscossione o di incasso, costi di mediazioni svolte da terzi, spese fiscali e per assicurazioni, altre spese contrattualmente connesse con l’operazione)

Ci si può rifiutare di sottoscrivere una polizza assicurativa erogata dalla banca o di aprire un conto corrente presso l'istituto di credito, in quanto sono condizioni considerate scorrette, se imposte come obbligo per contrarre il mutuo, dal Codice del Consumo.




Torna Indietro Torna Indietro

Preventivo Gratis